Sostenibilità: il grande business dei prossimi anni

La vita è equilibrio

Parliamoci chiaro: non c’è nessun pianeta da salvare. La terra vive da qualche miliardo di anni e non ha certo bisogno di essere salvata dall’uomo.  Dobbiamo salvare noi stessi, domandandoci quanto potranno le risorse della terra soddisfare i bisogni di miliardi di esseri umani e per quanto tempo.  Ossigeno, acqua e cibo. 

La vita sulla superficie terrestre esiste grazie all’equilibrio tra la massa del pianeta e l’atmosfera che lo circonda. Da un paio di secoli scaviamo, perforiamo e trivelliamo sempre di più, asportando dal sottosuolo sempre più materia per portarla in superficie e bruciarla ad alte temperature, allo scopo di costruire e di far funzionare qualsiasi cosa.

Tema centrale

Se per secoli andiamo a disperdere nell’atmosfera milioni di tonnellate di qualcosa che il pianeta aveva previsto dovesse stare nel sottosuolo, creiamo un disequilibrio.

Qualche decennio fa ne parlavano soltanto quelli che venivano definiti “ambientalisti”, poi hanno cominciato gli scienziati, oggi siamo arrivati al punto in cui quello della sostenibilità è il tema centrale presente sui tavoli di governo di mezzo mondo.

Per questo motivo, quello della sostenibilità è il grande business dei prossimi anni.

Produrre materia prima in Europa

Per quanto riguarda le materie prime fossili l’europa sostanzialmente ha sempre dovuto acquistarle dall’ estero. Su queste nuove materie prime sostenibili, abbiamo tutte le condizioni per  essere produttori e collocarci quindi in cima alla filiera.

Quindi chi produrrà la materia prima sostenibile, che progressivamente toglierà sempre più quote di mercato alle materie di origine fossile, si colloca in cima alla piramide di queste nuove filiere industriali, sulle quali è il momento di concentrarsi in ricerca e sviluppo di nuovi materiali e di nuovi prodotti.

Questo è il programma dei partner industriali di  Prosperity Bamboo.

Lascia un commento