Piantagione italiana di bambù sviluppata a 20 metri

Dedicato a chi dice che il bambù gigante in Italia non crescerà mai.

#agricoltura #bambù #coltivarebamboo #greeneconomy #investimenti #bambu

La coltivazione del bambù gigante in Italia a scopo commerciale e industriale è iniziata tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015. Per arrivare al suo pieno sviluppo il bambù gigante Onlymoso® necessita di 5/6 anni e quindi attualmente, gli imprenditori agricoli e gli investitori interessati, visitano normalmente piantagioni che hanno avuto al massimo 3 estati di sviluppo. In questo filmato, realizzato da Fabrizio Pecci, presidente del Consorzio Bambù Italia, è possibile vedere una piantagione già sviluppata, allocata in una villa privata sul lago di Como.

Vuoi maggiori informazioni sulle coltivazioni di bambù in Italia?

Iscriviti a Coltivare Bamboo

Di Davide Vitali

Dopo essermi occupato per più di vent'anni di telecomunicazioni, dal 2015 mi sto dedicando allo sviluppo della filiera del bamboo in Europa, ritenendolo una delle principali fonti di ricchezza e di benessere, per le persone e per l'ambiente.

2 commenti

  1. Vorrei sapere se nei terreni incolti in collina è montagna si possono fare delle piantagioni e se ci vuole tantissima acqua?
    Grazie

    1. Buonasera Daniela. IL bambù in Cina molto spesso è coltivato nei terreni collinari e non ha problemi, anzi la rete di rizomi serve a rafforzare la tenuta del suolo da frane e dissesti. Resiste fino a -25 gradi. D’estate, per avere una coltivazione con alta produttività, ogni pianta necessita di circa 40 litri di acqua a settimana. Un ettaro può essere fatto con 600/1200/1800 piante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *